Agriturismo Ca’ Lunati

Dove siamo:

Via S. Michele, 1295, 40053
Castello di Serravalle BO

La Nostra Storia

IERI

Originari di Spilamberto, nel Modenese, i Lunati lasciano la ferramenta di famiglia per inseguire un’intuizione.
Fu durante una delle tante passeggiate. Così almeno si racconta in famiglia.

Secondo Lunati, insieme alla moglie Marisa Crati, venne folgorato da un podere abbandonato al di là del quale si stagliava un panorama mozzafiato. Attraverso le stesse colline che per tanti anni avevano regalato meravigliosi tramonti e suggestivi paesaggi notturni, sembrò disegnarsi una nuova via. Ci troviamo appena sopra la valle del castello di Vignola, della Ghirlandina e delle prealpi veronesi.

Lì, a metà degli anni ’80, il frenetico acquisto della proprietà, e la corsa contro la burocrazia per metterlo a nuovo.
E finalmente, il 27 Luglio 2001 l’agriturismo Cà Lunati apre le porte al pubblico.

Oggi, dove la realtà si ostina a superare il sogno, potete raggiungere i tre figli di Secondo e Marisa – Alessandro, Lorenzo e Cecilia – insieme alla nipote Margherita. Potrete assaggiare quell’angolo di paradiso, prendervi una pausa dalla frenesia cittadina e sognare. Di più, con loro.

OGGI

La gestione odierna attraversa ben tre generazioni: dalla passione per la cucina di nonna Marisa trasmessa alla figlia Cecilia, fino all’energia inesauribile della giovane Margherita nel mantenere vive le tradizioni in una veste sempre contemporanea. Il fil rouge è sempre lo stesso: l’amore per la materia prima.

È proprio l’azienda agricola Cà Lunati il fiore all’occhiello di questa storia: la quasi totalità della loro linea food&beverage è frutto, oltre che di anni di sacrificio, dell’autentica volontà di portare sulla tavola i sapori genuini di questo territorio.

Una vera e propria esperienza a KM0 che, seguendo il ritmo delle stagioni, vi farà brillare gli occhi almeno quanto i loro.

4 RISTORANTI

Nel 2022 l’agriturismo partecipa al celebre programma diretto da Alessandro Borghese “4 Ristoranti”, aggiudicandosi il premio di “Miglior Ristorante sui Colli Bolognesi” .

Un piccolo cut della puntata: